Faggio a 360° - un materiale per (quasi) tutte le applicazioni

Un materiale per (quasi) tutte le applicazioni

Pollmeier BauBuche Designstudie
#360CBeech #materialforalmostallapplications #pollmeier

Il legno come materiale da costruzione sta vivendo una vera rinascita nel mondo dell'architettura. Le ragioni sono molteplici: La crescente consapevolezza ambientale determina un aumento della domanda di materiali da costruzione che siano rinnovabili ed ecologici. I materiali in legno di alta qualità consentono di realizzare design innovativi in nuove dimensioni, mentre i nuovi metodi di progettazione e produzione permettono un elevato grado di prefabbricazione e tempi di costruzione più brevi. Grazie agli strumenti di pianificazione digitali e alle moderne tecnologie di lavorazione, come ad es. gli impianti di taglio a controllo CNC, è possibile lavorare i materiali in legno in modo più efficiente e preciso. A rivestire un ruolo decisivo sono, non da ultime, anche le caratteristiche del legno stesso, che unisce un'estetica attraente ad una piacevole percezione tattile per dare vita ad un comfort abitativo naturale.
In passato, l'edilizia faceva spesso ricorso a svariate varietà di legno: abete rosso per l'armatura del tetto, quercia per i pavimenti o acero per i mobili. Da allora, con BauBuche si è diffuso un materiale ricavato da legno di latifoglie, che è adatto a tutti questi impieghi e quindi introduce un'estetica omogenea nell'edilizia abitativa.

Un materiale dai molteplici impieghi – è su questo aspetto che si è concentrato lo studente italiano di design Mattia Marocelli nel suo progetto intitolato "Look deep into nature". Nel suo lavoro, Mattia si è occupato delle numerose possibilità di impiego offerte dal legno microlamellare in faggio (BauBuche). Rispetto ai lamellari tradizionali, questo materiale presenta non solo valori di resistenza estremamente elevati, bensì anche una superficie di pregiata qualità che può essere impiegata anche per le applicazioni a vista. Si dischiudono così opportunità completamente nuove che permettono di fondere le costruzioni in legno con la progettazione di interni.

Un materiale per (quasi) tutte le applicazioni
Nel suo progetto, Marocelli ha utilizzato il materiale nei suoi diversi trattamenti tenendo conto delle esigenze di volta in volta da soddisfare: così, sotto forma di trave il legno microlamellare di faggio trova impiego nelle strutture di solette e pavimenti, nell'ossatura del tetto e nella facciata a montanti e traverse sul lato esposto a sud. Sotto forma di tavolato (le stratificazioni sono disposte verticalmente rispetto alla superficie) lo stesso materiale è utilizzato invece per rivestimenti di pareti e soffitti, pavimenti, gradini e mobili per la casa.

Estetica omogenea
Attribuendo al materiale più funzioni (dove ad es. il rivestimento delle pareti funge anche da testata del letto), Marocelli riesce a creare un concetto globale che si ritrova nell'intero progetto. Tra gli ambienti utilizzati a scopi diversi si viene così a creare un legame in termini di contenuti: le eleganti stratificazioni spiccano nei pani di lavoro della cucina come nelle traverse del soffitto e nella scala.

Legno con utilizzo a 360°
I nuovi materiali in legno come BauBuche danno vita a numerose possibilità di creare un rapporto omogeneo tra la finitura degli interni e la costruzione. L'impiego del legno microlamellare di faggio per svariate applicazioni dimostra quanto siano eccezionali le sue caratteristiche: le elevate resistenza e portata si uniscono infatti al pregio della superficie per soddisfare tutti i requisiti imposti ad un materiale universale di cui non si sono ancora esaurite tutte le potenzialità.

Consultate qui l'intero studio di Mattia Marocelli : STUDIO DI DESIGN